sito per locazioni turistiche tradotto e localizzato

sito per locazioni turistiche tradotto e localizzato

In famiglia abbiamo una casa-vacanze che affittiamo ad uso turistico. Naturalmente mi sono incaricato di creare un sito web per questa attività, visto che dalla ricerca su internet passano la maggior parte dei contatti e delle prenotazioni.

I nostri affittuari sono perlopiù italiani, che vogliono venire a passare una settimana di vacanza in una nota località di mare, senza spendere troppo e negli anni si è formato un gruppo di ospiti più o meno stabili che tornano per luglio e agosto.

Per allungare la stagione turistica però dobbiamo cercare di rivolgerci ai turisti stranieri, che sono interessati ai periodi di bassa stagione, da aprile a giugno e poi settembre-ottobre: turisti di lingua tedesca perlopiù (Germania, Svizzera, Austria) ma anche francesi.

Visto che non ci rivolgiamo ad agenzie, il contatto con il turista di lingua straniera è molto più difficile. Naturalmente ho previsto una versione del sito in inglese, tedesco e francese, ma è stata un’operazione tutt’altro che semplice.

All’inizio pensavo di poter semplicemente utilizzare un plugin per la traduzione istantanea del sito, che si è rivelato un grosso errore. Non che il plugin non funzionasse, anzi era efficiente e ben fatto, ma quello di cui avevo bisogno per raggiungere le ricerche dei turisti stranieri non era una traduzione a richiesta del sito web, ma di un vero sito in lingua originale.

traduzione sito

Con i traduttori istantanei il sito resta comunque in lingua italiana, e tale apparirà nei motori di ricerca. E’ assolutamente inutile che il turista tedesco una volta raggiunto il sito possa tradurlo nella sua lingua, se prima ha difficoltà a trovare il sito nella sua lingua, utilizzando keyword in tedesco.

Per trovare i nuovi contatti in lingua tedesca c’era bisogno che il madrelingua tedesco su google.de, inserendo i termini di ricerca nella sua lingua, trovasse nelle prime pagine il mio sito web. Questo risultato non si raggiunge semplicemente con un plugin di traduzione istantanea, ma con la progettazione di un verso sito parallelo in lingua tedesca.


Senza sorvolare sul fatto che prima di tutto bisogna conquistare la fiducia del potenziale cliente e per quanto la traduzione istantanea sia fatta bene, non possiamo avere il controllo su di essa e potrebbero nascere delle incomprensioni, oppure il sito tradotto al volo potrebbe inspirare poca fiducia per l’uso di parole o modi di dire che non sono adatti alla lingua straniera.

Quindi, come tradurre un sito web? Se ci si vuole rivolgere al mercato estero l’unica soluzione efficace è quella di avere un sito multilingua, con la versione in lingua straniera di qualità uguale a quello che abbiamo costruito in italiano. C’è bisogno non di una semplice traduzione letterale, ma di una trasposizione del sito in lingua con attenzione anche alla scelta delle parole giuste, sia in ambito SEO che di correlazione con il cliente.

Anche se sarei in grado di tradurre il mio sito in inglese, per il francese sarei molto più elementare, e quindi poco professionale, mentre il tedesco, la traduzione più importante per i miei affari, proprio non lo conosco. Ho avuto bisogno quindi di un servizio di traduzione che mi ha assicurato che il mio sito di locazione turistica appare al lettore di lingua straniera esattamente come si aspetta.

Salvatore

Leggi l’articolo completo sul blog originale

consigli per blogger neofiti, un po’ di SEO e tanto WordPress

Parliamone, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.