John Woo: i film in 3D sembrano videogiochi

John Woo: i film in 3D sembrano videogiochi

Nel corso della recente Mostra del Cinema di Venezia John Woo, intervistato per la presentazione del suo ultimo film Manhunt, ha ancora una volta espresso senza remore il suo giudizio sull’impiego delle tecniche 3D al cinema.

> Cosa pensa della Realtà Virtuale e delle tecniche 3D? Pensa che siano il futuro?

> Non mi sono mai piaciuti i film in 3D. Per The Crossing, che originariamente era stato pensato in 2D, sono stato obbligato a fare dei cambiamenti per questo motivo, a causa dei grandi effetti speciali impiegati avevamo speso troppo con una scena di affondamento, e quindi per rientrare tutto è stato dimensionalizzato. I film in 3D non sembrano dei film ai miei occhi, sono come dei videogiochi. Non penso che sarà il futuro e non credo che utilizzerò ancora la tecnica 3D.

Giudizio molto categorico, ma condivisibile solo se riferito a certi film di azione in cui gli effetti speciali contano per il 90% della riuscita del film al botteghino.

Comunque le opinioni di John Woo sono di quelle che contano, regista molto rispettato per la realizzazione di film d’azione.

John Woo regista e sceneggiatoreIl suo lavoro inizia nel 1969 come supervisore di sceneggiatura al Cathay Film Studio e due anni più tardi come aiuto-regista per produzione specializzata in film di arti marziali. Il suo debutto alla regia è in The Young Dragons (1973). Nel 1975 dirige l’allora sconosciuto Jackie Chan in Countdown in Kung Fu.

Altri film diretti sono A Better Tomorrow (1986), The Killer (1989), Senza tregua (1993), primo film americano del regista con Jean-Claude Van Damme, Nome in codice: Broken Arrow del 1996 con John Travolta e Christian Slater, Face/Off, Mission: Impossible II del 2000 con Tom Cruise, Windtalkers del 2002 con Nicolas Cage e Paycheck del 2003 con Ben Affleck.

admin-Salvatore

Leggi l’articolo completo sul blog originale

Tutto sui televisori 3D

Parliamone, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.