Come scegliere il dipinto giusto

Un’arredamento rifinito ha bisogno di quadri alle pareti. Il dipinto che fa bella mostra di sé nel salotto di casa non è solo arte, ma è compagnia, estetica, riflessione.

Purtroppo quando giro in casa di amici vedo spesso che la scelta del quadro giusto è trascurata. Tutti si preoccupano che la cornice sia perfettamente dritta, p che i quadretti siano intervallati con il giusto spazio, ma questi sono solo dettagli tecnici della posa del quadro, mentre la scelta del quadro e del soggetto dipinto è spesso sottovalutata e presa con sufficienza.

Scegliere il quadro giusto non è difficile, ma deve essere una scelta ponderata. Vediamo come scegliere il quadro.

Quando scegliere il quadro

Se si sta arredando una casa nuova, i dipinti da appendere alle pareti sono l’ultima scelta da fare. Prima si arreda completamente la casa, anche con gli accessori (tende, piante) e poi si vede dove serve un quadro e quale quadro è il più adatto a completare l’arredamento che abbiamo realizzato.

Vedere un bel quadro e comprarlo senza sapere bene dove metterlo non è mai una scelta giusta.Il quadro deve essere un punto finale, che completa e porta a perfezione l’ambiente.

Quale soggetto scegliere

quadro soggetto floreale

Il dipinto più bello non esiste, siamo daccordo. Ognuno ha i suoi gusti personali. A me piacciono molto i quadri impressionisti, ma non è detto che sarebbe il quadro giusto per arredare la mia abitazione. Il dipinto deve essere scelto in base al proprio gusto, ma anche inserito al meglio nella stanza e nell’arredamento che deve completare. Se ho un arredamento moderno, dai colori vivaci e laccati, forse ci sta meglio un astratto.

I colori del quadro devono essere in armonia con i colori della stanza. Il dipinto si deve poter mimetizzare con il resto dell’arredamento e saltare fuori in tutta la sua bellezza nel momento in cui ci posi gli occhi.  Non fermatevi a guardare il soggetto di un dipinto, ma cercate di immaginarlo a casa vostra.

Quale dimensione scegliere

Il quadro ha bisogno del suo spazio. Deve avere molto più spazio a disposizione di quello che occuperà realmente. Ma anche lo spazio occupato e lo spazio libero devono avere la loro giusta proporzione. Il quadro deve arredare la parete, ma non deve soffocarla. Immaginate che oltre la cornice del vostro quadro deve essere un’altra ampia cornice di spazio vuoto.

Se avete poco spazio a disposizione, forse è meglio non appendere nulla.

Ma se avete una grande superfice da arredare, non abbiate paura a prendere un quadro di dimensioni importanti.

Quale forma scegliere

Quadrato o rettangolare? Adesso la forma del quadro offre molte opzioni in più. Con i dipinti a pannello, si è persa la forma geometrica della cornice e si possono avere soluzioni più dinamiche, in cui la disposizione dei pannelli è essa stessa espressione artistica.

un quadro scomposto

Si può optare comunque per una disposizione simmetrica, un pannello lungo seguito ai lati da pannelli sempre più piccoli ad esempio, ma anche una disposizione ad incastri, quasi casuale, che si adatta al contenuto ritratto. Se un albero ha tante diramazioni che salgono verso l’alto, ogni nuovo ramo può essere un pannello del nostro dipinto.

 

Parliamone, lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.