Tophost lancia la sfida ai prezzi: upgrade senza aumenti

Tophost lancia la sfida ai prezzi: upgrade senza aumenti

Quando nel 2007 ho attivato il mio primo dominio ero ancora in una fase di sperimentazione, di apprendimento, non sapevo bene come funzionasse internet, cosa significasse avere un blog e cosa avrei potuto realizzare.
Così oltre 10 anni fa ho cercato l’hosting più economico che ci fosse e che comunque avesse dei requisiti minimi per potermi permettere di realizzare il mio progetto (niente di che, dovevo installare WordPress e cercavo un hosting con database incluso e che si occupasse anche della registrazione del dominio).

Avevo già avuto esperienze creando dei siti su Altervista.org, ma a quel punto avevo deciso di fare un piccolo passo avanti.

Non erano molte nel 2007 le scelte di hosting economico, ma tra i pochi solo uno mi sembrava quello che avesse caratteristiche che cercavo e che mi ha ispirato fiducia, una vetrina professionale che gli altri non avevano. E’ stato così che nel 2007 ho aperto il mio primo account con tophost.

il mio primo hosting

Vi domandate se sono rimasto soddisfatto? Vi basti sapere che ad oggi ho 23 siti registrati tutti con tophost.
Da quel lontano febbraio 2007 i miei progetti sono cresciuti, sono diventati più complicati, qualcuno ha anche un discreto traffico, ma ogni volta ho scelto di nuovo Tophost come ‘partner’ per il mio nuovo progetto.

Non che non abbia mai guardato altrove, ma le alternative non mi hanno mai convinto. Non solo TopHost rimane sempre il più conveniente sul lato economico, e con il grande pregio che è un costo tutto compreso, non ci sono costi nascosti, ma anche perchè l’offerta di Tophost è praticamente cresciuta con me, è rimasta sempre al passo con i tempi.

Gestire blog non è il mio lavoro, ma il mio hobby. Sono un perito informatico ma la vita mi ha portato a lavorare in tutt’altro settore. Quindi la sera, il weekend mi dedico a questo magico mondo di internet e gestisco dei blog. Ho scelto di fare dei blog verticali per ogni mio interesse, in modo da non fare un gran calderone di tante cose diverse.

Questo per dire che i miei blog sono amatoriali e non ho bisogno di grandissime risorse, ma ho molto apprezzato che ad un certo punto Tophost abbia diversificato la sua offerta, aggiungendo al piano base TopWeb anche un più performante TopWebplus. In questo modo quando due miei progetti sono diventati un po’ più grandi ho potuto fare il passaggio alla piattaforma superiore, dando più risorse ai miei siti web, restando ancora con l’interfaccia ormai amichevole di TopHost.

Adesso è il momento di crescere ancora. Tophost offre nel suo pacchetto base anche PHP7 e HTTPS. Se internet si evolve, rivolgendosi a nuove tecnologie, Tophost (che dovrebbe essere un hosting economico) non lascia indietro i suoi clienti.

La sfida di Tophost è di offrire a tutti i clienti i nuovi servizi PHP7 e HTTPS senza incidere sul costo del servizio.

La sfida che Tophost lancia alla crisi è mantenere lo stesso prezzo di sempre, il più economico di tutti, aggiungendo nuove funzionalità: HTTPS, PHP7 con +30% di performance.
tophost la sfida Per mantenere i costi inalterati Tophost ha lanciato la sfida ai suoi clienti: raggiungere l’obiettivo di 6000 nuove installazioni entro il 30 giugno 2018, grazie al passaparola di chi già utilizza Tophost.
Se riusciremo a raggiungere l’obiettivo di attivazioni entro il 30 giugno 2018, Topweb rimarrà allo stesso prezzo di sempre, altrimenti, per affrontare i nuovi costi di infrastruttura avremo un aumento di  Topweb di 2 euro/anno. Rimarrà sempre l’hosting con database più economico d’Italia, ma al prezzo di oggi non è meglio? Noi pensiamo di si.
Non sarà un gran male aggiungere 2 euro all’anno per avere PHP7 e HTTPS ad un hosting che comunque ora costa solo €10,99 + iva all’anno.

Io comunque sto già migrando alla nuova versione PHP tutti i miei 23 blog  e successivamente integrerò https, (anche per fare contento google), non importa se manterrò lo stesso prezzo o se dovrò pagare 2 euro in più (non ci viene neanche un gelato): la cosa importante e che i siti abbiano sempre il meglio degli aggiornamenti.

Ma adesso voglio consigliare a tutti quelli che sono alla ricerca di un hosting per i loro progetti a dare fiducia a Tophost. Non è per la sfida, ma perché sono convinto che sia un partner affidabile, che offre caratteristiche che gli altri hosting non hanno o che fanno pagare molto, perché l’assistenza risponde prontamente(in italiano), perché la sfida dimostra che quello che comprate oggi sarà al passo anche con le richieste di domani.

Cosa c’è dentro Topweb a €10,99 + iva all’anno ?

  • Dominio sempre incluso
  • HTTPS (NUOVO!)
  • Traffico illimitato
  • Hosting 20 GB
  • 4 database MySQL
  • Spazio database 500 MB
  • 30 account e-mail (infiniti alias e autorisponditori)
  • PHP 5.6
  • PHP 7 (+30% di velocità) 

Cosa c’è dentro TopwebPlus  a €19,99 + iva all’anno ?

  • Dominio gratis
  • Disco 30 GB SAN +SSD
  • Hosting prestazioni elevate
  • 6 database MySQL (1GB)
  • Traffico illimitato
  • 50 account e-mail
  • PHP 5.6, 7 e 7.2
  • Terzi livelli: illimitati
  • Installazione WordPress
  • Https + Http2.0 alta velocità

Salvatore

Leggi l’articolo completo sul blog originale

consigli per blogger neofiti, un po’ di SEO e tanto WordPress

Parliamone, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.