L’importanza delle ricerche vocali per i business locali

L’importanza delle ricerche vocali per i business locali

Secondo i dati forniti da Google, il 20 per cento delle ricerche sui dispositivi Android sono fatte usando la ricerca vocale, cioè ‘ parlando‘ al proprio device invece che digitando sulla tastiera.

La spiegazione è piuttosto semplice: scrivere una lettera per volta digitando su un piccolo schermo può essere veramente scomodo, mentre parlare è piuttosto semplice .

Per questo la ricerca vocale sta aumentando e di pari passo aumenta anche la qualità del riconoscimento del testo dettato .

Per chi ha un’attività online questo è un argomento molto importante, perchè bisogna prendere in considerazione l’aggiornamento del proprio sito internet pensando agli utenti che potrebbero raggiungerlo con una ricerca vocale.

ricerche vocali

La funzione di ricerca vocale è attiva non solo su android, ma anche su apple con Siri, sia su smartphone che su tablet. Anche se la ricerca vocale è presente anche nei pc (Cortana con Windows 10) bisogna pensare alla ricerca vocale come ad un’azione fatta in mobilità, all’aperto.

Se ti rivolgi al tuo dispositivo per una ricerca mentre sei in strada probabilmente non sarà per documentarti su qualcosa riguardo il tuo lavoro, o una ricerca medica, ma avrai bisogno di sapere qualcosa di urgente o che riguarda il posto in cui ti trovi.

E’ facile pensare ad esempio che se fai una ricerca vocale su smartphone stai cercando indicazioni per trovare un negozio, un ristorante nelle vicinanze o il numero del servizio taxi.

La ricerca vocale quindi interessa in modo particolare le attività economiche locali, che ne possono trarre grande vantaggio, se si preparano nel modo giusto.

Come ottimizzare il sito per la ricerca vocale

Se hai un business locale, come puoi ottimizzare il tuo sito web per questo nuovo tipo di ricerca?

In primo luogo bisogna avere un sito mobile, navigabile facilmente da smartphone e tablet. Non è una cosa così scontata, verificate con il vostro web designer se il sito si adatta a tutti i formati . Questo è utile non solo per la ricerca vocale, visto che google nelle ricerche da mobile penalizza i siti che non sono pienamente responsive.

Poi bisogna essere sicuri che per la nostra attività siano ben recepite dai motori di ricerca le informazioni su dove ci troviamo e cosa facciamo: indirizzo e città devono essere ben indicizzati su google, magari con una pagina ‘chi sono‘ dove è spiegata l’attività e dove viene svolta .

In terzo luogo bisogna apportare piccole modifiche SEO al testo del sito .

Se per trovare un ristorante dal pc di casa l’utente digita sulla tastiera “ristorante Roma“, probabilmente la stessa ricerca vocale sarà fatta con le parole ” trovami un ristorante a Roma” visto che ai dispositivi siamo portati a parlare in un linguaggio naturale, come se ci rivolgessimo ad una persona. Il testo delle ricerche mobili è più lungo e più strutturato.

Le modifiche SEO da apportare al sito consistono nel predisporre un testo più parlato che testuale, un modo di parlare naturale.

Analizzate le query che portano i visitatori al vostro sito e cercate di capire con quali parole venite ricercati. Ora riportate le stesse parole in linguaggio naturalesul vostro sito.

Un modo piuttosto semplice per intercettare le ricerche vocali è quello di predisporre una pagina faq usando per le domande e risposte tipiche e parole e le frasi che le persone effettivamente farebbero parlando con voi di persona.

Questo può aumentare le probabilità che il contenuto verrà visualizzato in risposta ad una domanda di ricerca vocale.

Hai un’attività locale ? Hai mai pensato a come farti trovare dai tuoi concittadini ? Mi piacerebbe sapere quello che stai facendo per rendere il tuo sito più rintracciabile con la ricerca vocale.

Salvatore

Leggi l’articolo completo sul blog originale

consigli per blogger neofiti, un po’ di SEO e tanto WordPress

Parliamone, lascia un commento