L’assistenza telefonica degli operatori di telefonia dice bugie

L’assistenza telefonica degli operatori di telefonia dice bugie

Da ottobre ad oggi sono successe tante cose da raccontarvi riguardo alla mia linea telefonica. In breve ho concluso il passaggio da Wind Infostrada a TIM, ma non è stata una passeggiata e aspetto l’ultima fattura Wind e la prima di TIM per poter dire che sia andato tutto bene.

Quello che però posso dire di questa transazione è che non c’è assolutamente da fidarsi dell’assistenza clienti delle compagnie telefoniche. Ciò che dicono al cliente non deve mai essere preso con certezza. Mentono e non so se sanno di mentire o semplicemente gli operatori sono impreparati, fatto sta che il cliente è in balia di usa serie di informazioni sbagliate.

Le compagnie telefoniche sono tutte ottime fino al momento in cui nasce qualche problema. Dopo, già dalla prima telefonata al numero di assistenza, è un’odissea, in un mare di bugie, informazioni sbagliate, depistaggi, omissioni, incertezze, incompetenza.

Infostrada non va e non si sa perché

Il mio passaggio da Infostrada a TIM è stato determinato da un’insoddisfazione cronica sull’efficienza della linea dati dopo il passaggio obbligatorio da ADSL a Fibra. La mia linea 100MB si era stabilizzata su una velocità di download di 40MB, dai 60 MB iniziali dopo il passaggio a fibra che ad un certo punto erano diventati 28MB di download (dati di aggancio della linea dal router, non relativi a misurazioni con i vari speed test).

passaggio da Wind Infostrada a TIM

Per cercare di capire come mai la mia linea non fosse efficiente sono state aperte decine di chiamate al servizio clienti Wind Infostrada, che concordava con me che i valori non fossero assolutamente in linea con l’offerta, salvo poi scontrarsi con i vari tecnici venuti a casa (sempre diversi) che in massimo 15 minuti sentenziavano che la linea era a posto e non potevo avere di più (e allora perché i primi giorni agganciava a 60MB, che mi sarebbe stato sufficiente?)

Comunque i tecnici hanno sentenziato, a casaccio:

  • impianto vecchio (si, del 2016)
  • centralina distante (ma sarebbe distante anche per gli altri inquilini del condominio, che per quanto sappia non hanno problemi di connessione)
  • linea degradata
  • linea satura
  • colpa del WiFi (che non centra niente se leggo i dati di connessione dal modem)
  • impianto da rifare su una nuova chiostrina. Salvo poi il tecnico successivo intervenuto per cambiare la chiostrina asserisce che non c’è motivo di cambiarla.

Bugiardi!

Ancora non so bene quali siano stati i problemi con Infostrada, ma il solo fatto che abbia avuto un sacco di risposte diverse e che l’assistenza telefonica si sia limitata a un bel Bho! mi ha indispettito parecchio.


Stanco di aspettare i tecnici a casa per cercare di risolvere il problema ho deciso di passare a TIM.

Il problema con Infostrada comunque è in parte da attribuire proprio a TIM, che svolge la manutenzione in monopolio dell’ultimo miglio, ossia dell’allaccio delle linee telefoniche a casa. Per le linee TIM intervengono i preparati tecnici TIM, per le linee non TIM il lavoro viene subappaltato a terzi ed ho avuto modo di verificare che 1- i tecnici non sono preparai 2- non hanno voglia di impiegare più di 15 minuti di tempo per cercare di risolvere il problema. Il loro unico interesse è chiudere la chiamata, non importa se risolvendo il problema o meno.

La restituzione del modem

Dato che il mio passaggio a TIM è stato determinato da problemi tecnici non risolti l’assistenza tecnica Wind Infostrada mi ha detto che non mi sarebbero stati fatturati i 35 euro dovuti per cambio operatore. Bene, questo è stato anche uno dei motivi che mi ha convinto a cambiare operatore. Peccato che a trasferimento avvenuto l’assistenza amministrativa Wind Infostrada mi dica che un’opzione del genere non esista e dovrò pagare anche questi 35 euro di penale. Bugiardi!

Sempre l’assistenza tecnica Wind Infostrada mi disse che per la restituzione del loro modem in uso gratuito sarebbe bastato aprire una chiamata ed un corriere sarebbe venuto a ritirarlo a casa. Bugiardi! Ho dovuto restituire il modem a mie spese inviandolo con Poste Italiane. Tra l’altro proprio ieri contattando l’assistenza commerciale per un problema di fatturazione (che vi racconto in un prossimo articolo) mi è stato detto che a loro non risulta che io abbia avuto un modem in uso gratuito.


Durante la conversazione telefonica con TIM per fare il trasferimento mi è stato detto che il loro modem (che io non volevo perché troppo costoso e vincolante per 4 anni) mi sarebbe stato spedito ugualmente e che dopo averlo provato lo avrei semplicemente restituito in un negozio TIM, senza spese. Bugiardi! Per non tenere il modem e non pagare i 5 euro al mese ho dovuto fare un’istanza di recesso e spedire a mie spese il modem alla TIM. I negozi TIM non lo ritirano. Il contratto TIM sarebbe dovuto partire subito senza modem.

A parte che il TIM HUB sarebbe venuto complessivamente a costare 240 euro (5 euro al mese per 48 mesi) ha una gestione del WiFi pessima, il segnale non superava la stanza in cui era posizionato il modem.

Per la cronaca ho acquistato su Amazon un fritz!box 7530 a 99 euro (in offerta) che funziona benissimo e si autoconfigura per le linee TIM.

Comunque anche con la linea TIM ho avuto dei problemi tecnici (in parte dovuti al modem proprietario) che vi racconterò nei prossimi articoli, ma la connessione è più che soddisfacente, seppure la linea non è cambiata rispetto a prima, quindi non è degradata, l’impianto non è vecchio, la distanza dalla centralina non è eccessiva, come hanno asserito i tecnici Wind Infostrada.

Insomma anche per altre vicende che vi racconterò nei prossimi articoli adesso tremo ogni volta che devo parlare con un’assistenza telefonica. Non so mai se potrò fidarmi di ciò che viene detto, anzi adesso per esperienza non mi fido mai di ciò che mi viene riferito telefonicamente da un’assistenza telefonica.

L’articolo L’assistenza telefonica degli operatori di telefonia dice bugie proviene da Offerte Telefono Fisso.

FissoaPoco

Leggi l’articolo completo sul blog originale

Per telefonia+ADSL il canone mensile più basso

L’assistenza telefonica degli operatori di telefonia dice bugie ultima modifica: 2020-01-06T13:01:34+01:00 da Blogs Da Seguire

Parliamone, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.